HARAKIRI OLIMPIA

22 gennaio 2024

Pessima prestazione della Vifermeca in quel di Nerviano in uno scontro diretto per la corsa ai playoff. Ceduta anche la differenza canestri a favore dei lombardi. Ora doppio derby in pochi giorni: mercoledì a Bologna, domenica in casa contro Ferrara.

Serie B Interregionale
 
7^ giornata di ritorno
NERVIANESE-VIFERMECA OLIMPIA CASTELLO 84-69
(parziali: 20-8 / 38-32 / 62-53)
Nervianese: Genovese ne, Peri 17, Ceppi 21, Barbieri 5, Crusca 2, Tannoia 10, Filippi 8, Segla 9, Goretti 10, Bigarella 2, Nebuloni, Brambilla ne. All: Barbarossa
Olimpia Castello: Masrè 8, Costantini 10, Castellari ne, Ferdeghini 5, Grotti, Gianninoni 6, Salsini 6, Dieng 14, Adeola 14, Galletti, Zanetti, Zhytaryuk 6. All: Giordani
Arbitri: Jacopo Spinelli di Cantù (Co) e Andrea D’Amico di Legnano (Mi)
 
Video partita: https://www.youtube.com/watch?v=1c8sH1lTia8
 
Trasferta pessima per la Vifermeca Olimpia Castello che cade, male, anzi malissimo, in casa della diretta concorrente Nervianese, perdendo, pure, la differenza canestri (all’andata vittoria 89-83).
Troppi errori, troppo nervosismo nei momenti cruciali, probabilmente un po’ di sufficienza ad inizio gara, certamente una prestazione non in linea con le ultime uscite: questi i principali fattori di una sconfitta che complica (e non poco!) il cammino dell’Olimpia nella corsa ai playoff.
E tutto questo, senza nulla togliere alla Nervianese che vince meritatamente un match condotto dalla palla a due alla sirena finale, con un capitan Stefano Ceppi stratosferico, autore di 21 punti (esattamente come nella gara di andata), con 4 triple pesantissime negli ultimi 11 minuti di gioco. In quel frangente, insieme a Tannoia e Peri, è la vera spina nel fianco dell’Olimpia.
Ma l’origine del “disastro” va intravisto nel primo quarto, probabilmente il peggiore della stagione, con ogni probabilità: 8 soli punti realizzati di cui ben 6 dalla linea dei tiri liberi, dopo il cesto in avvio di Dieng. Davvero troppo poco per il livello di questa categoria, in casa di una squadra che gioca sapendo di dover vincere a tutti i costi per restare aggrappata al sogno di raggiungere almeno l’8° posto. Sul 20-8 Nervianese torna in campo nel secondo quarto con il chiaro intento di raggiungere l’intervallo con un cospicuo vantaggio. Obiettivo centrato solo in parte perché il 38-32 del 20’ è, piuttosto, un invito agli ospiti a rientrare nel match. Nel frangente si fa notare Stefano Costantini che trascina i compagni con un paio di accelerazioni pazzesche e con una tripla che pare rimettere Castello sulla strada giusta. Ci son le triple anche di Dieng e Ferdeghini che fanno sorridere i tifosi nerazzurri. Insomma alla pausa lunga ci si arriva, tutto sommato, con parecchie velleità di rimonta.
E, ancor di più, in avvio di ripresa l’inerzia pare spostarsi nelle mani di Masrè e compagni, con la tripla perfetta di Omar Dieng dopo 1’30” il divario si accorcia sul 41-37 per i locali. Concetto ribadito sempre dall’arco da Emmanuel Adeola (45-40). Sul più bello, però, la Nervianese ha uno scatto d’orgoglio con Peri che segna 5 punti filati (con una tripla) che fa tornare in doppia cifra il vantaggio milanese (50-40 a metà frazione), quindi i liberi di Segala e Tannoia mantengono “ingombrante” la dote dei bianconeroverdi (54-42). Nello sprint di fine parziale Ceppi mette due triple (ma nella prima tocca la riga) e Adeola risponde dall’arco per il 62-53 con cui ci si presenta al quarto decisivo.
Dopo 2’ l’Olimpia è ancora lì a pochi passi dalla “lepre” Nervianese (57-65), ma non riesce a piazzare la “zampata” che potrebbe riaprire la contesa. Masrè è senza ombra di dubbio il migliore in campo dell’Olimpia nell’ultimo parziale, soprattutto per la determinazione e la voglia di “sporcarsi” in difese al limite del fallo, pur di recuperare qualche pallone importante per l’eventuale rimonta. Ed è proprio il “Chacho” Masrè a lanciare e concludere il contropiede del 75-65 a 3’15” che tiene ancora “in vita” la squadra ospite. In realtà dall’altra parte del campo il capitano Ceppi chiude un “magic moment” con 3 triple consecutive (78-65). E’ il mattone che gela la rimonta castellana, con gli ultimi istanti di gara utili solo per le statistiche.
Finisce 84-69 per la Nervianese che ribalta nettamente la differenza canestri nello scontro diretto, sorpassando, tra l’altro, in classifica l’Olimpia.
 
Mercoledì 24 gennaio alle ore 20,30 al PalaSavena di San Lazzaro, l’Olimpia Castello farà visita al Bologna Basket per il recupero della 6^ giornata di ritorno, mentre domenica 28 gennaio, al PalaFerrari, alle ore 18,00, ospiterà Ferrara.
 
 
 
7^ giornata ritorno
Nervianese-Olimpia Castello    84-69
Fulgor Fidenza-Pizzighettone     84-62
Milano-Tigers Romagna            86-75
Cernusco-Ferrara                      68-81
Piadena-Sangiorgese                56-68
Sansebasket-Bologna Basket    75-66
 
Classifica: Sangiorgese 28, Fulgor Fidenza 26, Sansebasket e Pizzighettone 22, Ferrara 20, Bologna Basket 18, Piadena e Milano 16, Olimpia Castello e Nervianese 14, Tigers Romagna 10, Cernusco 8.
 
Carlo Dall'Aglio
Responsabile Area Comunicazione
A.S.D. Olimpia Castello

Altre Pagine

13 luglio 2024

Particolarmente motivata l'ala forte castellana Riccardo Galletti che bissa la stagione del debutto con la maglia della squadra della sua città natale. Sarà ancora al centro del progetto dell'Olimpia Castello.

 
11 luglio 2024

Il playmaker Alessandro Grotti confermato nel progetto dell'Olimpia Castello che punta sempre più sui giovani. Per il bolognese classe 2003 sarà la terza stagione in maglia nerazzurra.

 
09 luglio 2024

Castellano doc, Simone Conti indosserà la maglia della squadra della sua Città. Arriva da campionati strepitosi, a ritroso, a Santarcangelo, Bologna e Guelfo. Play/Guardia, classe 2000, sarà fondamentale nello scacchiere di coach Zappi.

 
A.S.D. OLIMPIA CASTELLO
VIALE TERME, 840
CASTEL SAN PIETRO TERME
40024
Tel: +393482626145
P.iva: 00599421203
Cf: 03158270375