OLIMPIA - BASKERS 61-64

20 febbraio 2022

Covid, galletti e fischietti contro l’Olimpia

Non riesce la rimonta ad una Olimpia che in settimana aveva sorriso per gli arrivi di Franci Zeneli sotto le plance e Lorenzo Dalpozzo in cabina di regia, ricevendo anche il nulla osta FIBA per il perfezionamento del tesseramento di Khodadadzade, ma che ha subito un durissimo colpo per le improvvise assenze di coach Serio, Musolesi e Govi colpiti nelle ultime ore dal Covid.
L’espressa richiesta a più riprese dell’Olimpia Castello, visti i casi di positività ed il reale rischio di ulteriori contagi nel corso di questa partita, ha però ricevuto un secco “NO” da parte della Società romagnola presieduta da Cristhofer Gardelli.
Una risposta che ha lasciato l’amaro in bocca non tanto per l’aspetto sportivo ma per l’indifferenza nell’esporre al rischio di contagio i propri giocatori alla luce del terzo caso positivo rilevato a meno di 2 ore dal match.

Una contesa quindi con un preambolo ad alta tensione, che ha logicamente condizionato un inizio particolarmente sterile dei padroni di casa (0-9 al 3’) che costringe subito al time-out coach Berselli, al suo esordio in C Gold.
Forlimpopoli continua a martellare (0-11 al 4’), Castello riceve uno scossone dalla schiacciata di Zeneli ma non svolta (2-14 al 5’) con gli ospiti che hanno l’esperto Bracci già in doppia cifra.

Coach Berselli gioca la carta Dalpozzo che entra ed insacca subito la tripla (7-19 al 6’) imitato a ruota da Salsini (12-21 al 8’) ma il problema dei padroni di casa rimane il contenimento di Bracci (13 punti in 8’25”).
La tripla di Zeneli (15-21 al 9’) e quella di Costantini sulla sirena (18-25) riportano in scia un’Olimpia che nel primo periodo ha tirato bene da 3 (4/7) ma molto male da 2 (3/13) e che ad inizio secondo continua a subire la fisicità dei neroarancio spesso rinunciando alla penetrazione, limitandosi a tentativi dall’arco.
Una scelta che si rivelerà penalizzante anche sotto il punto di vista dei rimbalzi, leggasi dominio romagnolo a fine partita alla relativa voce statistica (37 per Castello – 48 per i Baskèrs).

Dall’altra parte, con Bracci in panchina, Forlimpopoli attinge preziosa linfa da Brighi (7 punti a fila) che gli permette di mantenere la doppia cifra di vantaggio (22-32 al 13’).
Al rientro in campo, il centro forlivese riprende da dove aveva lasciato e mette 4 punti in serie, colpendo prima a seguito di un duello corpo a corpo con Zeneli e poi dalla lunga distanza (26-40 al 17’) con la formazione di Agnoletti che prova l’allungo con la tripla di Semprini (26-43 al 18’).

Nella ripresa l’Olimpia scende in campo più motivata e piazza un break di 7-0 con due canestri di Zeneli e la tripla di Pieri (35-43 al 23’) che costringono coach Agnoletti a richiamare in panchina i suoi a colloquio.
Pieri e compagni provano a buttare il cuore oltre l’ostacolo e costruendo azione su azione arrivano fino al -3 con i canestri in penetrazione di Salsini, Sabattani e Dalpozzo (41-44 al 28’), l’attacco Baskèrs si inceppa ed i forlivesi non segnano su azione per ben 8’27” prima dei due canestri di Donati (41-49 al 30’).

Nell’ultimo quarto, per entrambe le squadre, incombe la stanchezza: Berselli deve togliere Salsini per un veniale 4° fallo in attacco, con i fischietti che tornano a punire a dismisura i castellani con un fallo tecnico per flopping a Dalpozzo.
Gli ospiti ringraziano e ne approfittano con la tripla di capitan Benedetti (41-53 al 32’) mentre dall’altra parte Castello torna ad abbandonare l’area pitturata affidandosi troppo al tiro dalla lunga distanza di Zeneli (1/11 alla fine per il centro albanese).  
Forlimpopoli continua a segnare con i piazzati di Semprini Cesari (46-59 al 36’), Castello perde un fondamentale capitan Pieri per 5 falli ma trova ossigeno con il canestro da 3 punti di Costantini ed il sottomano in transizione di Dalpozzo (58-61 -1’35”) che vale il -3.
Agnoletti vuole interrompere l'inerzia contraria e chiama time-out, al rientro in campo sulla rubata di Salsini viene punito Brighi con un antisportivo ma l’esterno nerazzurro segna solo 1/2 (59-61 a -57”4), nel seguente possesso Zeneli va a segno di potenza per un PalaFerrari che esplode sul 61-61 a 45” dal termine.
Nella successiva azione Castello recupera un altro pallone ma l'appoggio al tabellone di Zeneli viene sporcato da Ricci che, sul ribaltamento di fronte, punisce pesantemente i castellani con una tripla a soli 2”9 dalla sirena.
Un time-out di coach Berselli riporta la palla in zona d’attacco, l’ultimo tiro però non trova gloria e quindi i galletti forlivesi possono alzare definitivamente la cresta.

Prossimo appuntamento per l’Olimpia Castello, domenica 27/02/2022 ore 18:00 al PalaRegnani di Scandiano per la sfida contro il Basket 2000 Reggio Emilia.
 
OLIMPIA CASTELLO – BASKERS FORLIMPOPOLI 61-64 (18-25 ; 28-43 ; 41-49)
OLIMPIA: Masrè ne, Bisi ne, Sabattani 4, Khodadadzade, Dalpozzo 14, Salsini 14, Biasco ne, Zeneli 15, Costantini 6, Locci, Pieri 8. All. Berselli
FORLIMPOPOLI: Benedetti 4, Brighi 14, Rombaldoni, Garavini ne, Ricci 5, Vandi 3, Gaspari ne, Bracci 18, Donati 9, Gorini 2, Torelli ne, Semprini Cesari 9. All. Agnoletti
Arbitri: Colinucci Alessandro di Fiumalbo (MO) e Boudrika Mouad di Conselice (RA)
24 Secondi: Ortolani Michael di Bologna
 
#olimpiacastello

Altre Pagine

03 dicembre 2022

L'Olimpia batte con facilità il Guelfo in trasferta

 
27 novembre 2022

Anzola non impensierisce mai l'Olimpia

 
27 novembre 2022

 
A.S.D. OLIMPIA CASTELLO
VIALE TERME, 840
CASTEL SAN PIETRO TERME
40024
Tel: +393482626145
P.iva: 00599421203
Cf: 03158270375